Once A Knick, Never A Knick

Charles Oakley Fiasco dimostra che James Dolan è ancora una droga

Tanto per James Dolan essere la voce della ragione. Se Dolan e i Knicks volevano una distrazione dalla carne di manzo di Phil Jackson e Carmelo Anthony – che sembra che possa essere schiacciata solo con una partita a gabbia d’acciaio – hanno fatto un ottimo lavoro la scorsa notte.

La squadra ha giocato bene in un’altra sconfitta televisiva nazionale, questa volta per i Clipper senza Paul di Chris Paul , ma questo non è lo stile Knicks. Se sono alla televisione nazionale sanno che la gente vuole un botto per i soldi e lo ottengono nella forma dell’ex Knick LEGEND, Charles Oakley .

Sì, Oak è una leggenda e uno degli amati Knicks di uno dei tre periodi in cui il franchise stava effettivamente vincendo i giochi. Ieri sera Oakley ha acquistato i biglietti per assistere alla partita e si è seduto a poche file dietro a Jimmy Dolan. Per coloro che sono ignari, Dolan e Oakley non sono in buoni rapporti perché Oakley è stato (giustamente) critico su come i Knicks sono stati gestiti dai fondi fiduciari Jimmy.

Secondo Oakley stava guardando il gioco quando le guardie di sicurezza gli si avvicinarono e gli chiesero perché fosse lì. Gli hanno chiesto di alzarsi e partire portando a questo:

Prima di tutto, quelle guardie di sicurezza hanno bisogno di un aumento. Non voglio parti del dire a Oak che deve andarsene da nessuna parte. Sono sicuro che non voglio entrare in una partita difficile con qualcuno così duro che Michael Jordan non gli parla nemmeno di merda. Puoi vedere Dolan correre via al segno di 52 secondi del video nella parte inferiore dello schermo mentre la sua sicurezza viene sballottata come truppe d’assalto.

Phil Jackson ha cercato di calmare Oak nel tunnel, ma secondo Ian Begley di ESPN potresti sentire Oak che urlava “Dolan ha fatto questo”. Oak non solo è stato portato fuori dall’arena, ma è stato arrestato anche se non è stato accusato.

Il team ha comunque rilasciato questo disgustoso comunicato stampa:

Dopo la sua uscita, Oak diede la sua versione della storia e disse che avrebbe continuato a fare il tifo per i Knicks.

Questo è un altro esempio di quanto sia veramente tossica l’organizzazione. Per uno i Knicks dovrebbero dare il benvenuto a qualsiasi ex giocatore a braccia aperte, non dovrebbero pagare un biglietto. In secondo luogo, come si presenta la gestione di questa situazione ai potenziali agenti liberi? Se Dolan, Jackson o qualcuno all’interno dell’organizzazione pensano che un top free agent si unirebbe a una cultura che tratta i loro giocatori – merda di cane attuale e precedente – sono più deliranti di quanto si pensi.

Ciò dimostra che Jackson è tutt’altro che l’unico problema a far sembrare i Knicks una destinazione indesiderabile. Gli autori di Beat lo dicono da un po ‘, ma la scorsa notte ci ha dato una sbirciatina su quanto siano brutte le cose. Se c’è stato un dibattito su ciò che la squadra dovrebbe fare per il resto della stagione, dovrebbe essere evidentemente chiaro ora-serbatoio. Non c’è modo all’inferno che un top free agent stia incontrando Jackson o Dolan. E non c’è modo all’inferno che i Knicks possano mai essere un franchising di tendoni con James Dolan che dirige lo spettacolo.