Chris Gavina e i capi di Charlestown

La prossima sfida che affronterà il capo allenatore “ad interim” di Mahindra, a pochi mesi dalla prima manche del playoff del franchise

Oggi ho dormito verso le 7:00 e l’ultima cosa che ho visto quando mi sono addormentato è stato il film classico del 1977 “Slap Shot” diretto dal compianto George Roy Hill.

Nel film ambientato nella fittizia Federal League, i capi di Charlestown si trovavano in una città in cui era stata licenziata la sua forza lavoro, mandando la sua squadra di hockey della lega minore sull’orlo del fallimento a causa della scarsa presenza. Il proprietario della squadra è stato catturato dall’allenatore Reggie Dunlop che ha deciso di fare un fuoco mentre si preparava a piegare la sua squadra.

Suona familiare? Perché questo è uno spettacolo comune tra le squadre della Philippine Basketball Association (PBA) che sono in difficoltà finanziarie o che stanno per abbandonare. Questo può essere visto con artisti del calibro di

Sfortunatamente per Chris Gavina – il mentore vivace della squadra – è nei panni di Dunlop mentre il recentemente ribattezzato Mahindra Floodbuster ha praticamente sventrato il suo roster testato dai playoff in favore del terzo e del quarto longherone di altre discoteche.

Ecco i giocatori persi in offseason:

NEGOZIATI:
Paolo Taha (a Ginebra)
Aldrech Ramos (a stella)
Bradwyn Guinto (a NLEX)

AGENZIA GRATUITA:
Mike DiGregorio
KG Canaleta (revocato, quindi firmato da GlobalPort)

Ma poi, ecco i giocatori aggiunti attraverso operazioni, agenzia libera e bozza:

tondo:
Alex Mallari (dalla stella)
Dennice Villamor (di Ginebra)
Nico Salva (da Ginebra)
Josan Nimes (da Rain or Shine)
Ryan Arana (da San Miguel)

AGENZIA GRATUITA:
Gary David
Rey Guevarra

BOZZA:
Russel Escoto (FEU)
Reden Celda (NU)

Sebbene la squadra abbia ottenuto un po ‘di potenza di fuoco in Alex Mallari, Ryan Arana e Gary David, va notato che questi giocatori hanno già superato il loro massimo e non possono essere visti come produttivi come i loro omologhi di cinque anni fa. La squadra ha lasciato andare i soliti principianti Taha, Ramos, Guinto e Canaleta, che è un duro colpo per la squadra di Gavina.

E i risultati parlano da soli: un avvio di 0–3 al torneo, messo in evidenza da un 83-105 che si trascina per mano di una pioggia o Shine cinque ugualmente ricostruente. Il Floodbuster cinque ha trainato ben 49 (98-49) all’inizio del quarto trimestre che ha effettivamente dipinto la sua stagione.

Le prime due perdite hanno provocato un allarme presso l’ufficio del Commissario PBA, dove la lega è pronta a lanciare un’indagine sulla questione.

Da Musong Castillo dell’INQUIRER:

L’ufficio del commissario della PBA ha richiamato l’attenzione del management di Mahindra in merito alle pessime prestazioni della squadra nelle prime due partite dei Floodbusters nelle eliminazioni della Coppa delle Filippine.

Dopo aver lasciato cadere le prime due uscite di una media di 22 punti e trascinato Rain o Shine di un umiliante 49 nel quarto trimestre di mercoledì sera, una fonte della Lega ha detto all’Investigatore che il commissario Chito Narvasa stava già esaminando la questione.

Proprio domenica scorsa, Mahindra è caduto in un risultato di 104-114 contro la Phoenix, continuando la sua miseria nella Coppa delle Filippine e inviato i contendenti una volta playoff in cantina.

Devi provare Gavina, il cui contagioso atteggiamento positivo si è cancellato dalla parte di Mahindra che è riuscito a strappare il tappeto da sotto le altre squadre e ha fatto un playoff senza precedenti nella Governors ‘Cup 2016 che è stata interrotta nei quarti di finale.

Dai all’uomo una birra – o un abbraccio – già. Ha trascorso tre settimane lunghe e la stagione è appena iniziata.