The Not So Long Lives of the NBA Point Guard

Forse un giorno, Doc Rivers, coach e capo honcho dei Los Clippers, sarà considerato intelligente per il trading di Chris Paul, la guardia della Hall of Fame. Paul, scambiato con gli Houston Rockets in bassa stagione, si è infortunato a una partita nel suo stint con la sua nuova squadra, e ora la speranza dei Rockets di superare i Golden State Warriors e vincere il titolo è speculativa come i prezzi del petrolio del Texas.

Certo, questo non è uno sviluppo così scioccante. I giocatori della NBA si infortunano ma, soprattutto, i guardiani della NBA, anche i migliori dei migliori, di solito hanno iniziato a diminuire nei loro primi anni ’30. È facile da prevedere. Paul ha 32 anni e i suoi migliori anni come PG (forse farà un Jason Kidd e si rifarà come PG di riserva) sono probabilmente (sottolineo probabilmente) alle sue spalle.

La maggior parte delle migliori guardie del punto sono uscite in questo modo. Naturalmente, questo è il motivo per cui di solito il campionato appartiene ora alle guardie di punta tra la metà e la fine degli anni ’20 come Stephon Curry, Russell Westbrook, Kyrie Irving, John Wall e Damian Lillard. Questi sono gli anni in cui una guardia puntiforme brilla meglio.

Ora guarda le ottime guardie di tutti i tempi e quando è finito il loro tempo in campionato.

Bob Cousy – si ritirò a 34 anni (tornò molto brevemente a 41), ma era statisticamente in declino a 32 anni;

Isiah Thomas – ritirato a 32 anni (infortunio per Achille prima della fine);

Nate ‘Tiny’ Archibald – si ritirò a 35 anni, ma era in declino a 30 anni dove iniziò a giocare per i Celtics, come PG, ma con minuti ridotti;

Allen Iverson – fatto a 34 anni (era davvero un PG?), In declino a 32;

Walt Frazier – si ritirò a 34 anni, ma passò dai Knicks a 32, a Cleveland, dato che i suoi numeri erano scesi;

Oscar Robertson – ritirato a 35 anni, l’ultimo anno migliore fu quando fu nella squadra del campionato Bucks nel 1971-1972, all’età di 33 anni;

Tony Parker – gioca ancora per San Antonio, a 34 anni, ma in declino da quando aveva 32 anni.

Maurice Cheeks – ritirato a 36 anni, ma in declino a 32 anni, dopo aver lasciato i 76er.

Leva grassa – 33

Mark Price – 31

Hai capito bene? L’età di 32 anni, per i guardiani della NBA, è per la maggior parte, la fine o l’inizio della fine, e Paul è lì adesso, all’incrocio e già ferito.

Ci sono eccezioni a questa regola generale? Sicuro. Steve Nash mi viene in mente così come John Stockton, che ha chiaramente sfidato la regola generale, ma probabilmente non è stato un difensore che ha fatto affidamento sulla rapidità tanto tardi nella sua carriera. Nemmeno Jason Kidd una volta cresciuto, che si reca a Dallas come fondamentalmente un guardiano di riserva con un tiro profondo migliore per l’avvio.

Gary Payton ha sfidato un po ‘la regola (ha rifiutato a 34 anni) e Lenny Wilkins è arrivato a 37 e per lo più è stato un giocatore solido per tutti quegli anni. Jerry West ha avuto una solida carriera fino alla fine a 35 anni. Magic Johnson ha avuto la longevità ma non sapremo mai come la sua carriera sarebbe effettivamente finita a causa di altre cose.